top of page
  • Immagine del redattoreFrancesco Piliero

Commento al post "Aria fritta dal mondo del web" i 10 consigli per aumentare i propri clienti.

Parlando con mia moglie, l'occhio iper critico del mio operato, mi ha posto un' osservazione che mi ha fatto riflettere: il post che hai pubblicato, "aria fritta dal mondo del web", sembra più uno sfogo da rosicone che un commento critico al video. Forse ha proprio ragione quindi per questo che oggi pubblico:

"I 10 consigli che ho applicato per trovare e aumentare i miei clienti".

Solo una velocissima postilla: Tutto ciò che ho fatto ed ho ottenuto è frutto delle mie idee e del mio sforzo , economico e di tempo , che da un signor nessuno mi ha permesso di ottenere diversi lavori in un settore, quello fotografico, in forte crisi. Ovviamente devo tanto anche all'aiuto di molti amici che mi hanno consigliato e aiutato in questa splendida avventura.

1) Attrezzatura: per prima cosa ogni qualvolta che ci si approccia al mondo professionale, fatelo con attrezzatura tale di questo nome. E' il primissimo biglietto da visita che dovrete sfoggiare davanti ai vostri clienti e alla concorrenza. Si fanno lavori mediocri o pessimi anche con macchine fotografiche professionali, ma nessuno deve mettere in dubbio la vostra professionalità partendo proprio dalla vostra attrezzatura.

2) Capacità tecniche: ovviamente dopo l'attrezzatura è importante saperle utilizzare, per rispondere al meglio a tutte le situazioni che vi si propongono durane il vostro lavoro.

3) Avere un listino prezzi commisurato alla propria popolarità: questo è un punto con cui mi sono scontrato in passato con tanti concorrenti. Per spiegare questo principio pongo una domanda semplicissima: perché un cliente dovrebbe scegliervi nella selva di fotografi se avete iniziato da poco? Anche se fotografate da una vita intera , nel momento in cui iniziate l'attività professionale, quello sarà il punto zero. E' da quel preciso istante che: portfolio, esperienza professionale , lavori passati che potrete mostrare ai potenziali clienti, diventeranno materiale fruibile. Conta anche l'esperienza pregressa come amatori o come galoppini di altri fotografi, ma dal giorno in cui inizierete come professionisti , da quel preciso momento , che dovrete diventare credibili. E anche il vostro listino prezzi dovrà essere credibile per la popolarità che vi siete guadagnati. Proporsi con un listino prezzi pari al mercato è soltanto un suicidio, farete solo l'interessi dei vecchi professionisti che possono spendere moltissimi anni d'esperienza in più , tecnologie migliori, ecc. Ecco perché i concorrenti li dovrete battere sul prezzo. Ma fate attenzione minor prezzo significa essere attaccati con frasi del tipo: chissà che lavori di m...a consegnerà, o magari farà le foto con il cellulare, ed è per questo che i primi due punti sono importantissimi.

4) Pubblicità mirata: tutti i guru del settore non ve lo diranno mai, ma , per farsi conoscere, bisogna pagare in pubblicità. I veri lavori, quelli che vi metteranno davanti ai veri clienti si ottengono con la pubblicità pagata. E ricordate che più la vostra offerta è concorrenziale e meno sarà l'investimento da dedicare , e soprattutto non tutti i canali sono adatti alla vostra attività, ci sono tre numerini da avere ben in mente 100-10-1: su 100 persone che vedranno il vostro annuncio , solo 10 saranno realmente interessati o potrebbero essere tali e di questi "solo 1 potrà" diventare un vostro potenziale cliente. Quindi valutate bene lo sforzo economico che vi verrà richiesto dai vari editori e dei numeri che vi garantiranno.

5) Relazioni pubbliche: come sopra, più diventerete popolari e più aumenterà la vostra visibilità. Per fare questo per esempio , io che non sono proprio il mago delle relazioni, ho chiesto l'aiuto di mia moglie e di un mio carissimo amico, che condividono i mie post e di conseguenza aumentano la mia popolarità anche con chi non conosco personalmente. Fondamentale lasciare da parte le amenità e i vecchi dissidi e aumentare la platea dei vostri possibili amici e contatti, perché domani chiunque potrebbe essere interessato al vostro lavoro oppure darvi una mano concretamente.

6) Presenza social : ancora più fondamentale delle relazione pubbliche. Interagire continuamente e su tutti i fronti con la maggior parte dei social network. Io per esempio ho diversificato e specializzato la presenza su internet, creando un circolo continuo con tutte le piattaforme. Siate come dei martelli che continuamente propongono, che non vi venga mai in mente " forse sarò troppo invadente", nel marketing bisogna quotidianamente "rompere le scatole". Fondamentale è anche capire i gusti e le tendenze della gente, per esempio le storie di Instagram e Facebook sono gettonatissime, quindi indirizzate gli sforzi verso quelle strade.

7) Collaborazioni intelligenti: poiché io garantisco il mio lavoro in prima persona, io ho scelto di non collaborare con nessuno, ovvero se devo fare un servizio fotografico mi prendo la completa responsabilità di ciò che faccio, nessun collaboratore , nessun galoppino, io sono Francesco Piliero fotografo e il cliente si deve rapportare solo ed esclusivamente con me. In secondo luogo collaboro per ciò che non posso produrre io , a livello di stampe , foto tele ecc, con un laboratorio fotografico. Ma fondamentale garantire sempre in prima persona e rispondere personalmente con la propria faccia del proprio operato. E frequente quando si inizia proporsi ai professionisti come secondi, perché magari si è convinti di aumentare l'esperienza di crescere professionalmente ecc. , ma nella realtà passerete la maggior parte del tempo a fare lavori di secondaria importanza o addirittura marginale venendo pagati, se siete fortunati una miseria. Nessun fotografo matrimonialista , per esempio, vi farà fotografare la sposa , ma passerete la maggior parte del tempo a immortalare ospiti o nei momenti di shooting di coppia a reggere pannelli. E se farete un buon lavoro comunque la bravura sarà tutta sua e se egli stesso avrà fatto un lavoro mediocre sarete voi che ne risponderete con lui. Altresì , se avrete la stima di un professionista , che vi delegherà un lavoro in cui voi prenderete la percentuale maggiore del compenso , quella sarà una collaborazione che vi permetterà di alleggerire il vostro investimento in pubblicità e che potrete tranquillamente , ma con serietà e professionalità, accettare.

8) Lavorare gratis per eventi in cui ci sia un reale riscontro pubblicitario: lavorare gratis non piace a nessuno , ma perdere un lavoro in cui potremmo essere accreditati come fotografi ad un evento molto popolare , ma in cui non c'è compenso, è veramente stupido. Ho accettato di essere fotografo ad un evento di una coppia di artiste ,a gratis, ma molto popolari su Facebook. Ovvio non lo farò per sempre ma mi permette di raggiungere 2000 persone in un colpo unico ampliando di molto il portfolio, perché avrei dovuto rinunciare?

9) Professionalità e chiarezza: essere professionisti significa essere regolari , con regolare partita iva, ed oggi giorni lo si può fare tranquillamente anche se si è freelance . Proporre lavori facendo firmare tutti i contratti in maniera chiari che tutelino voi ma anche i vostri clienti. Rifiutarsi categoricamente di accettare i lavori senza un contratto firmato. Presentarsi dai clienti con un minimo di lavori e oggettistica per far vedere ciò che fate e ciò che proponete.

10) Prendere spunto dal mondo che ci circonda e personalizzare con nuove idee: questa è una cosa che si commenta da sola trovare nuovi spunti e nuovi stimoli è il sale di tutto un po' come dire" chi si ferma è perduto". Ricordatevi non c'è cosa più appagante che vedere un tuo cliente che nelle sue storie pubblica una foto che hai scattato oppure quando hai finito un lavoro andare via con l'applauso degli invitati, sono cose che porterai sempre dentro e appagheranno più di qualsiasi compenso.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page